Il potere dell’innovazione

Bitcoin è il primo ledger (libro mastro) interamente basato sul consenso decentralizzato che l’umanità abbia mai visto, ma non è l’ultimo. Il tempo sta confermando il potere di questa innovazione. In questo decennio sono nate migliaia di criptovalute, molte con uno scopo puramente speculativo, altre con idee rivoluzionarie, come Ethereum con la conferma di contratti, Monero con le transazioni anonime e Dash come digital cash.

La tecnologia è estremamente importante, così come il guadagno, ma non può essere l’unico focus di una criptovaluta. Deve esserci un motivo per cui tutto il mondo dovrebbe sceglierla. Perché, per quanto innovativa, ogni tecnologia diventa obsoleta prima o poi. Una volta raggiunto quel punto, una moneta può e deve aggiornare la propria tecnologia, ma non può cambiare il motivo per cui è nata.

La speculazione

La gran parte delle criptovalute basano la loro diffusione su tecnologie recenti e sul potenziale di speculazione tramite gli exchange. Questo è il motivo per cui il 99% delle criptovalute è destinata a fallire. Oggi il 99% delle criptovalute non ha una reale applicazione ma solo un’ideologia alla applicazione: i progetti provano a trasmettere un messaggio di innovazione e speranza, ma tornano a promuoversi tramite i guadagni. La speculazione è l’obiettivo della gran parte di persone che acquistano criptovalute con il sogno di diventare ricchi velocemente e facilmente. Comprare, aspettare che il prezzo aumenti di qualche dollaro o centesimo, e vendere. Una criptovaluta non é uno strumento nato con l’obiettivo di arricchire i nostri portafogli, ma per arricchire il nostro potere di scelta. La libertà non si conquista solo con il denaro, ma spezzando i limiti economici e governativi in cui viviamo.

La blockchain è uno strumento slegato da ogni potere: questo significa essere liberi. Le banche e i governi ci limitano economicamente e nella vita di ogni giorno, quando vogliamo pagare, trasferire denaro o prelevare. Le criptovalute sono il mezzo che, applicate alla blockchain, possono restituirci la libertà di cui abbiamo diritto. Comprendere la vera natura delle criptovalute e il loro scopo originario sembra spesso difficile, perché le persone si ostinano a voler capire nel dettaglio la tecnologia, pur non avendo le competenze informatiche per farlo. La gran parte delle persone non comprende la blockchain e le criptovalute, le loro considerazioni si limitano a contare su quanti exchange una criptovaluta è disponibile. Per molti, se una criptovaluta è acquistabile e vendibile su tanti exchange è una criptovaluta di valore. Questa falsità continua a propagarsi sul web, nonostante sia profondamente errata.

Il valore intrinseco

Presenza su exchange e valore di una criptovaluta non hanno un collegamento. Inoltre, attraverso gli exchange, banche e governi attuano la loro azione contro le criptovalute, perché possono bloccarli o censurarli. Questo è possibile perché gli exchange funzionano sul web e non sulla blockchain.

Una criptovaluta dovrebbe diventare un mezzo di scambio comune, con cui acquistare nei nostri negozi preferiti, senza bisogno di convertirle con altre valute (cripto o fiat). Finché rimangono solo un investimento da cui ritirare un guadagno, le criptovalute non diventeranno mai valute tanto importanti da non necessitare di un exchange per essere spese. Finché gli exchange saranno necessari, noi saremo in balia di regolamentazioni esterne. Con questo non si intende che gli exchange siano inutili: gli exchange sono utili per accedere alla dimensione cripto. Gli exchange non sono più necessari per le criptovalute quando sono come mezzo di scambio tra persone, accettate in negozi online e fisici. Fino a quel momento, bisogna imparare a considerare gli exchange per quello che sono davvero: una piattaforma di scambio, non lo specchio del valore di una criptovaluta. A provarlo sono le manipolazioni di mercato tramite exchange, alle quali le criptovalute non sono pronte a difendersi.

Le manipolazioni del mercato

La maggior parte delle criptovalute sono costruite senza scudi verso le manipolazioni di mercato. È comune pensare all’entrata di grossi acquirenti come eventi positivi per un business, ma uno dei più grandi pericoli di una criptovaluta sono proprio i grandi compratori, che soprannominiamo balene.

In un’enorme vasca di acqua salata, centinaia di pesci nuotano in tranquillità. Improvvisamente, una grande balena si tuffa nella vasca e il livello dell’acqua sale velocemente. I pesci sono entusiasti di questo improvviso innalzamento dell’acqua, che da l’illusione che ci sia molto più spazio in cui nuotare. In realtà, questo è l’inizio della loro fine. La balena dopo essersi rinfrescata, esce dalla vasca per entrare in un’altra. Balza fuori e agita l’acqua, che, oscillando, schizza fuori dalla vasca. I poveri pesci rimangono spaventati del suo improvviso abbandono, iniziano ad agitarsi. Tra loro si vocifera che sia successo qualcosa di terribile nella loro vasca che ha spinto la balena ad andarsene.

L’acqua scende velocemente, è ancora più bassa di prima che arrivasse la balena: deve essere un segno! Il panico. I pesci saltano fuori dalla vasca terrorizzati, l’acqua oscilla e i pochi pesci rimasti nel fondale della vasca muoiono disidratati. La balena è l’investitore che acquista grandi quantità di moneta in un’unica transazione.

L’effetto del panico

L’acqua rappresenta il valore della criptovaluta, che sale velocemente dopo il suo grande acquisto. Il valore della criptovaluta è l’acqua della vasca in cui noi utenti, i pesci, nuotiamo dentro. Siamo felici se il livello dell’acqua sale, cioè se il valore della nostra criptovaluta aumenta, ma non deve avvenire a causa di una balena, perché quando la balena decide di uscire dalla vasca, cioè quando il grande acquirente vende tutte le sue monete, il valore della moneta cala ancora più velocemente di quanto era salito. I pesci, spaventati da questo improvviso calo, si lanciano fuori dalla vasca terrorizzati, portando con loro ulteriore acqua fuori dalla vasca.

Le balene sono pericolose, perché come fanno salire velocemente il prezzo, così lo fanno scendere quando decidono di vendere. Questo comporta il crollo vertiginoso del prezzo, una vendita di panico da parte degli altri utenti e il rischio del fallimento della criptovaluta. Molti progetti sono in cerca della balena bianca, qualcuno che investa grandi cifre nel progetto facendo salire il prezzo della criptovaluta, ma è una strategia controproducente a lungo termine.

Il vero segreto del successo della criptovaluta

Il vero segreto per creare una criptovaluta che duri nel tempo non sono gli investimenti, non è il trading, ma la protezione, l’adozione, la spendibilità e l’applicazione. Una criptovaluta deve avere gli scudi per proteggersi da pericolosi cali improvvisi del prezzo. Un primo modo è quello di impedire l’entrata alle balene: invece di concentrarsi sui grandi acquirenti, il focus è su tanti piccoli compratori che non solo acquistano la moneta, ma la adottano.

Se il valore di una valuta è dato dai suoi utilizzatori, allora è corretto e intelligente posizionarli al primo posto, proteggendo le persone che adottano la criptovaluta con la creazione di uno strumento degno di un’adozione di massa.